La penna degli Altri 17/02/2020 - 07:15

Schick, il risveglio del talento che segna con due anni di ritardo

La Roma continua a non tirare in porta. A Bergamo una sola conclusione, quella dell'1-0 di Dzeko. E neanche una parata di Gollini. Ora le due gare ravvicinate con Gent e Lecce indurranno Fonseca ad effettuare un minimo di turnover. Contro i belgi probabile il rientro di Kolarov in difesa, con il ritorno di Mancini al fianco di Smalling, oltre che di Cristante e Veretout a centrocampo con Pellegrini (che sta giocando nonostante la microfrattura al quinto metatarso, riportata a metà dicembre dopo uno scontro con Smalling in allenamento, gli stia creando problemi) nuovamente nella veste di trequartista.

Intanto prosegue il ruolino di marcia di Schick: 6 reti in 632 minuti (una ogni 105) al Lipsia. «Se mi piace di più lo stile di gioco del Lipsia rispetto a quello della Roma? Beh, lo dicono i numeri. Giochiamo a calcio a un tocco solo, siamo veloci e la gente quando ci vede si diverte».

(Il Messaggero)