La penna degli Altri 09/11/2019 - 08:08

La doppia vita di Capitan Florenzi

IL TEMPO (F. BIAFORA) - Cinque panchine di fila dopo la Sampdoria sono un chiaro segnale: Florenzi, al momento, non è più un titolare della Roma. Durante la sosta di ottobre Fonseca ha comunicato al ventottenne che come terzino destro gli avrebbe preferito Spinazzola ed in alternativa Santon. Florenzi è quindi il terzo ed ultimo (senza contare Zappacosta) su quella fascia e anche nel “nuovo” ruolo di esterno offensivo gli sono stati preferiti - sia dal primo minuto che a gara in corso - Zaniolo, Kluivert, Perotti, Under, in attesa di Mkhitaryan, che ha saltato tutto l’ultimo ciclo di partite per infortunio. Quella di Florenzi in estate sembrava un’annata dalle rosee prospettive dopo aver ereditato la fascia da capitano da De Rossi ed aver fatto pace con i tifosi della Curva Sud. Il numero 24 - convocato da Mancini - ha comunque accettato con serenità le decisioni di Fonseca, esultando con i compagni dopo i gol e le vittorie, senza mai avventurarsi in dichiarazioni polemiche. È convinto di riconquistare a breve il posto. Ma se non dovesse accadere, anche in vista di Euro2020, Florenzi e il suo procuratore faranno le giuste valutazioni sul futuro.