La penna degli Altri 03/11/2019 - 09:50

Cori razzisti e ora rischio squalifica

IL TEMPO (F. BIAFORA) - A quasi un anno di distanza dall'ultima multa, si preannuncia una sanzione del giudice sportivo per i cori di discriminazione territoriale. La sfida tra Roma e Napoli è stata infatti sospesa al 68' da Rocchi per i cori effettuati dalla curva Sud dopo il comunicato dello speaker, che, su indicazione dell'arbitro, aveva avvisato i tifosi giallorossi di una possibile sospensione del match. In occasione dello stop alla partita Dzeko si è diretto verso il settore più caldo dell'Olimpico ed ha invitato i tifosi a fermarsi. Un minuto dopo la contesa è ripresa e fino al triplice fischio tutto è filato liscio.

Sulla questione è intervenuto Fonseca: "Sono contro qualsiasi discriminazione territoriale, succede in tutto il mondo. E' stato più importante che il nostro capitano abbia parlato con i tifosi e non lo hanno più fatto". Molto probabilmente per la Roma non scatterà soltanto una multa: sia l'arbitro che gli ispettori federali presenti (in tribuna c'era anche il capo Pecoraro) hanno percepito i cori e li hanno segnalati nei loro referti. In arrivo quindi una squalifica, anche se può scattare la sospensiva. Ed è ancora aperta l'inchiesta sui cori a Vieira in Samp-Roma.