Interviste Partita 03/07/2020 - 00:01

Roma-Udinese, Gotti: "La vittoria mancava da troppo tempo, era un incubo. Coperta corta quella dei giallorossi"

Lo stadio Olimpico è stato il teatro in cui è andata in scena la partita tra Roma e Udinese, conclusasi sul risultato di 0-2, gol di Lasagna e Nestorovski. Al termine del match, nel corso del post-gara, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti nella mixed zone dell’impianto sportivo romano l'allenatore bianconero Luca Gotti il quale ha dichiarato:

GOTTI A SKY SPORT

Squadra di talento ed è organizzata, ma segnava poco. Oggi sono arrivati...
Ho avuto la percezione che la squadra sia cresciuta nel tempo e si sia mantenuta sana. La vittoria mancava da troppo tempo, era quasi diventato un incubo per me, ci mancava molto. Una squadra che vuole essere propositiva vuole anche il risultato, non è facile quando non arriva.

Come ha vissuto la partita?
La squadra mi è piaciuta fino al vantaggio e quando eravamo 11 contro 11. Con l'uomo in meno della Roma è arrivata la paura di vincere. La seconda parte del primo tempo non mi è piaciuta. Disturba aver dato alla Roma un paio di possibilità per entrare in partita, con il 2-0 è diventata più serena la situazione.

Quanto può valere De Paul? E' il miglior De Paul della sua gestione?
Non so se sia la miglior versione di De Paul. E' pronto per le massime competizioni, l'ha dimostrato anche con l'Argentina. Questo per me è il suo ruolo. Fa piccoli e continui step di miglioramento nella mentalità, sta dando segnali in termini di continuità.

Non voleva allenare...Oggi è convinto invece?
Se ha voglia Capello di allenare ancora, io vengo con lei...(ride, ndr).

Su Fofana.
Come De Paul, anche Fofana è pronto per giocare partite di . Domenica abbiamo lo scontro diretto col , poi Spal e Sampdoria. Ci giochiamo l'annata calcistica, alcune energie andavano preservate, poi Fofana è entrato quando la partita era diventata adatta alle sue caratteristiche.



GOTTI IN CONFERENZA STAMPA

È la partita che un allenatore sogna dopo due sconfitte?
Noi eravamo a secco di vittorie da troppo tempo, anche prima del lockdown ci era sfuggita una vittoria con il . Stava diventando un incubo non vincere nonostante le prestazioni. Sono felice per i 3 punti. La prestazione la considero molto buona finché siamo stati 11 contro 11, poi abbiamo sbagliato le cose semplici. Ci sono stati momenti in cui dovevamo gestire e altri in cui verticalizzare, ma stiamo migliorando.

Quanto manca alla salvezza?
Ci sono nove partite e stiamo per affrontare una partita importantissima. Abbiamo , Spal e Sampdoria e ci auguriamo di poter sistemare la classifica quanto prima.

È rimasto sorpreso dalla formazione della Roma sulla trequarti?
Mi immaginavo che visto il calendario della Roma ci potesse essere del turn over.  È impossibile non fare rotazioni e immaginavo la coperta sarebbe stata corta.